Preparatore/Allenatore dei Portieri non ci si improvvisa. Professionalità, esperienza, empatia, amore per il ruolo più bello del calcio: senza questo mix non si ottiene granchè. E se questo è vero lo è tanto più nel calcio femminile dove il gesto tecnico deve anche sopperire alle differenze anatomico/fisiche tra uomo e donna. La porta è la stessa e li dove l’uomo arriva con più facilità può arrivarci anche la donna se la tecnica e la posizione sono corrette. Poi l’empatia con ogni singolo ragazzo o ragazza è fondamentale, per capire i propri limiti e smussare il carattere perchè essere un portiere significa essere un leader quasi perfetto, il numero 1 della squadra. Non si raggiungono risultati senza tanto lavoro, tanta umiltà, tanta fatica, e tanti sacrifici. Spesso si dice; che fortuna, gioca con la Roma, con il Milan, gioca in serie B, in serie C….. ma non è solo fortuna, che in realtà incide in minima parte, è anche e soprattutto amore e dedizione, sacrificio e lavoro, educazione e voglia di migliorare, rispetto per i ruoli, rispetto per il dono che si è ricevuto dalla natura, dal fisico, e dalla predisposizione innata. Nulla è gratis, nemmeno indossare la maglia di numero 1. Per indossarla bisogna affidarsi e credere in chi ci mette la passione, fino a sdraiarsi in terra e provare e riprovare ogni singolo movimento. Noi di passione portiere vogliamo prima di tutto vedere il sorriso dei nostri portieri, poi se arriva qualche bel risultato siamo i primi ad essere orgogliosi e felici.

Cosa facciamo, guarda i nostri Video — Find out what we do, watch our videos

Sponsor & Sostenitori